INQUINAMENTO, COSTA: “DOPO L’EMERGENZA, NUOVE FORME DI MOBILITA'”

INQUINAMENTO, COSTA: “DOPO L’EMERGENZA, NUOVE FORME DI MOBILITA'”

282
CONDIVIDI

“Usciti dall’emergenza – ha detto il ministro dell’Ambiente Sergio Costa – occorrera’ puntare a nuove forme mobilita’ e sviluppo sostenibile”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente Segio Costa riferendosi al risultato di uno studio da cui emerge che nelle ultime settimane c’e’ stata una forte riduzione, anche fino al 50%, del livello biossido di azoto (NO2) nelle regioni della Pianura Padana in seguito alle misure introdotte dal per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. “La forte riduzione degli inquinanti in atmosfera nelle regioni del Bacino Padano, in particolare del biossido di azoto, testimonia l’esigenza di puntare al piu’ presto, non appena saremo usciti da questo momento di seria emergenza nazionale, su una nuova normalita’, con forme di mobilita’ il piu’ possibile sostenibili e che riducano drasticamente l’impatto sull’Ambiente”, ha spiegato il ministro. E ha aggiunto: “Gia’ da tempo sappiamo, e i cambiamenti climatici ce lo ricordano in ogni area del Pianeta, che la nostra priorita’ e’ costruire un modello di sviluppo ambientalmente sostenibile, capace di invertire in maniera drastica e immediata l’abitudine al sovra inquinamento, al sovra consumo e sfruttamento delle risorse naturali”. “E’ un modo di vivere non piu’ accettabile e tollerabile”, ha concluso.

Commenti

commenti