CORONAVIRUS, STUDIO: A RISCHIO ANCHE LE GRANDI SCIMMIE

CORONAVIRUS, STUDIO: A RISCHIO ANCHE LE GRANDI SCIMMIE

199
CONDIVIDI
gorilla.jpg

Sono i nostri parenti più prossimi, fra cui primati e grandi scimmie rischiano di contrarre il coronavirus. A stabilirlo uno studio degli esperti della John Moores di Liverpool, nel Regno Unito. In un articolo pubblicato su Nature – riporta Agi – si sottolinea la necessità di adottare nuove misure per fare in modo che gorilla, scimpanzé e oranghi non siano esposti alla minaccia del nuovo coronavirus. “La perdita dell’habitat e il bracconaggio rappresentano dei fattori di pericolo per la sopravvivenza delle grandi scimmie, ma anche i virus sono una fonte di preoccupazione”, sostiene Serge Wich dell’Università John Moores. “La situazione attuale richiede la massima cautela. Non sappiamo quale potrebbe essere l’effetto del virus sui primati, e per questo motivo è importante cercare di evitare che possano contrarre il Covid-19”, prosegue il ricercatore, aggiungendo che le misure da adottare potrebbero comprendere la riduzione del turismo, cosa che è già in atto in diversi paesi, e la massima cautela con i programmi di reintroduzione e con la ricerca.

Commenti

commenti