CORONAVIRUS, OMS: DUBBI SU QUALE ANIMALE L’HA TRASMESSO ALL’UOMO

CORONAVIRUS, OMS: DUBBI SU QUALE ANIMALE L’HA TRASMESSO ALL’UOMO

399
CONDIVIDI

Dai pipistrelli selvatici all’uomo, non direttamente ma tramite un organismo intermedio: è questa la tesi dell’Organizzazione mondiale della sanità sulla trasmissione del Covid-19 all’uomo. Come riporta Agi il fenomeno dello “spillover”, che ha permesso al virus di trasmettersi alla specie umana dalla fauna selvatica, potrebbe non trovare spiegazione. “Non sappiamo ancora se l’animale intermedio tra pipistrelli e umani fosse una delle specie in vendita al ben noto mercato di Wuhan, in Cina, anche se è probabile, visto che il commercio di animali selvatici è stato già precedentemente fonte di trasmissioni inter species, come avvenuto per l’Ebola, la rabbia, la Sars del 2003 e la Mers”, spiega David Robertson, virologo presso l’Università di Glasgow, precisando che dalla diffusione della Sars è emerso che le popolazioni di pipistrelli selvatici possono trasmettere virus agli umani grazie alla presenza di proteine particolari. “Nel caso di Sars-CoV-2 la chiave è una proteina virale chiamata Spike, che si adatta perfettamente alle cellule umane, molto meglio di quanto facesse il virus del 2003. Questo spiega la facilita’ di contagio. Quello che ancora non possiamo affermare con certezza riguarda l’origine del nuovo Coronavirus”, osserva il ricercatore.

Commenti

commenti