CANE TRASCINATO E UCCISO, BRAMBILLA CON INTERGRUPPO INTERROGA IL MINISTRO

CANE TRASCINATO E UCCISO, BRAMBILLA CON INTERGRUPPO INTERROGA IL MINISTRO

3372
CONDIVIDI

“Quali iniziative il ministro della Giustizia intende assumere per inasprire e rendere effettive le sanzioni penali (incluso il carcere) a carico dei soggetti che si macchiano di reati ripugnanti” come il maltrattamento e l’uccisione di animali. Lo chiedono in un’interrogazione allo stesso Guardasigilli, l’on. Michela Vittoria Brambilla (Fi), con i parlamentari aderenti all’Intergruppo parlamentare per i Diritti degli animali di cui l’ex ministro del Turismo è presidente, riferendosi al caso del pensionato di Priolo (Siracusa) accusato di aver barbaramente ucciso un cane trascinandolo con l’auto. “Si tratta purtroppo – scrive l’on. Brambilla – di un crimine ancora molto diffuso che, proprio per la frequenza con cui viene commesso, ha indotto la sottoscritta e i parlamentari dell’Intergruppo a presentare progetti di legge per inasprire le pene a carico di chi maltratta e uccide gli animali”. Di qui l’invito al ministro ad assumere le iniziative opportune.

Commenti

commenti