RAGUSA, TROVA RANDAGIO MORTO DAVANTI A CASA. SI TEME INTIMIDAZIONE

RAGUSA, TROVA RANDAGIO MORTO DAVANTI A CASA. SI TEME INTIMIDAZIONE

386
CONDIVIDI

Lo ha trovato morto, di fronte casa: questo il drammatico episodio che ha avuto come protagonista una volontaria animalista a Punta Braccetto, a Ragusa, che ha trovato di fronte casa il randagio che accudiva con amore. Lo rendono noto – riporta Italpress – i consiglieri comunali di Ragusa, Mario Chiavola e Mario D’Asta, evidenziando come il corpo del cane sia stato seviziato con una fiocina. “Sembra, stando alle denunce dell’associazione ecologista – sottolineano i consiglieri – che tutto sia nato per questioni legate alla pesca illegale nel demanio forestale di Randello. Una denuncia forte quella della volontaria, a cui va tutta la nostra solidarietà. Indagini sono in corso. Speriamo che chi indaga possa fare piena luce sull’episodio e che, soprattutto, i controlli possano effettivamente mettere in luce se la denuncia sulla pesca illegale ha dei fondamenti concreti. Se cosi’ fosse, e fino a prova contraria non abbiamo motivo per dubitare delle parole della volontaria, sarebbe un fatto molto grave su cui e’ necessario attuare degli interventi immediati. Non si può stare a guardare, non si puo’ fare finta di niente rispetto a efferati casi del genere. Bisogna intervenire, e in maniera forte, per cercare di capire come stanno le cose”.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti