ROMA, MORIA DI PESCI NEL TEVERE: CAUSE ANCORA NON CHIARITE

ROMA, MORIA DI PESCI NEL TEVERE: CAUSE ANCORA NON CHIARITE

40
CONDIVIDI
pescimortilago.jpg

Ancora nessuna certezza sulla moria di pesci avvenuta il 30 maggio nel Tevere. Come riporta Nova gli studiosi dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale del Lazio (Arpa), insieme agli esperti del servizio zooprofilassi della Asl Roma 1 hanno eseguito dei prelievi nelle acque del fiume, ma l’azienda sanitaria, la settimana scorsa, ha fatto sapere che sono previste nuove campionature. Dai dati di Arpa Lazio invece emerge “un modesto innalzamento dei principali indicatori microbiologici di contaminazione fecale e un lieve aumento di fosforo totale e ortofosfato mentre per gli altri parametri di base non si evidenziano alterazioni significative”. Nella sua relazione Arpa Lazio chiarisce che “per una valutazione più significativa dei dati rilevati nei campionamenti effettuati nei giorni scorsi e’ stato ritenuto utile effettuare un confronto con la serie di risultati ottenuti nel 2019 presso la stazione di Ripetta, situata un chilometro a monte del punto campionato, e presso la Marina di Roma, 25 km a valle del Ponte Vittorio Emanuele”.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti