SALERNO, VENDEVA FAUNA PROTETTA ONLINE. DENUNCIATO

SALERNO, VENDEVA FAUNA PROTETTA ONLINE. DENUNCIATO

173
CONDIVIDI

Vendeva esemplari di fauna selvatica online su un noto portale e poi incontrava gli acquirenti in un parcheggio a Montecorvino Pugliano, in provincia di Salerno. L’uomo è stato sorpreso mentre stava vendendo due esemplari giovani di ghiandaia grazie all’operazione congiunta dei Carabinieri di Montecorvino Pugliano e delle Guardie Zoofile Enpa del Nucleo di Salerno. Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa: “La fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato, non si può detenere illecitamente. La pandemia dovrebbe averci insegnato che il rispetto degli animali, ed in particolare della fauna selvatica, è nell’interesse di tutti eppure c’è ancora chi pensa di lucrare con il patrimonio protetto della natura. Ringrazio di cuore il lavoro costante delle nostre Guardie Zoofile Enpa sempre presenti sul territorio in supporto delle Autorità e i Carabinieri di Montecorvino Pugliano”.

L’indagine è partita grazie ad una segnalazione arrivata all’Enpa di Salerno. L’uomo, denunciato dai Carabinieri di Montecorvino Pugliano è stato colto mentre stava vendendo due esemplari giovani di Ghiandaia. Gli uccelli erano in una piccola scatola all’interno di una busta e il soggetto la stava mostrando a dei potenziali acquirenti. Gli animali presentavano anelli inamovibili di provenienza estera. L’indagine, che è ancora in corso, accerterà la provenienza degli anelli illecitamente inseriti al tarso degli uccelli, ad una loro manomissione o ad un uso non lecito, ipotesi che configurerebbe due reati previsti dal Codice Penale.

Gli animali sono stati portati al Cras di Napoli e presto torneranno a volare in libertà. Le indagini in corso riveleranno maggiori particolari sul giro di affari di un traffico illecito purtroppo sempre più frequente che vede gli animali vittime di interessi loschi.

(Testo e foto Enpa)

Commenti

commenti