ATENEO DI VERONA: DIPENDENTI POTRANNO PORTARE I PET AL LAVORO

ATENEO DI VERONA: DIPENDENTI POTRANNO PORTARE I PET AL LAVORO

65
CONDIVIDI

Ridurre lo stress e migliorare la serenità e le performance dei dipendenti: questo – riporta 9Colonne – l’obiettivo dell’università di Verona con l’iniziativa “Smart pet working…in office”. “Avere accanto il proprio pet sembra che migliori notevolmente la performance lavorativa perché rende l’atmosfera più rilassata, stimola la creatività e agevola l’interazione tra i colleghi”, afferma il rettore Pier Francesco Nocini, “avendo molto a cuore il benessere dei dipendenti del nostro ateneo, abbiamo ritenuto di portare avanti e accelerare questa iniziativa, anche per cercare di rendere più agevole il rientro post lockdown, per quanti si trovano a gestire un distacco brusco con il proprio pet”. I pet che potranno essere ammessi negli uffici di ateneo saranno cani di piccola o media taglia e gatti, tenendo conto dell’indole di ciascun animale, mentre per i cani di taglia grande sarà necessaria una valutazione comportamentale. Per altri tipi di amici a quattro zampe, si valuterà caso per caso.

(Cane a un esame universitario, foto di repertorio)

Commenti

commenti