LUPI, SONDAGGIO UE: PER MAGGIORANZA L’UCCISIONE NON È MAI GIUSTIFICATA

LUPI, SONDAGGIO UE: PER MAGGIORANZA L’UCCISIONE NON È MAI GIUSTIFICATA

157
CONDIVIDI
lupo.jpg

Un sondaggio è stato condotto da Savanta ComRes in sei stati membri dell’Unione europea – Francia, Germania, Italia, Spagna, Polonia e Finlandia – per comprendere meglio le percezioni e gli atteggiamenti del pubblico nei confronti della protezione del lupo in Europa.

I 6.137 cittadini dell’UE che hanno risposto hanno mostrato complessivamente un alto livello di sostegno alla protezione del lupo, in particolare in Polonia, Spagna e Italia, e un elevato livello di consapevolezza dei benefici dei lupi per il loro ecosistema locale. La maggior parte degli adulti afferma che l’uccisione di lupi è raramente o mai accettabile in nessuna circostanza testata, anche quando hanno attaccato animali da fattoria (55%) o per controllare la loro popolazione (55%).

Mentre la comunità dei cacciatori e alcuni Stati membri hanno chiesto maggiore flessibilità nella gestione delle popolazioni di lupi, i cittadini dell’UE intervistati non sono d’accordo. Invece, l’86% degli intervistati nei sei paesi intervistati concorda sul fatto che i governi nazionali e l’UE dovrebbero finanziare e dotare gli agricoltori degli strumenti per proteggere gli animali da allevamento dagli attacchi dei lupi. Il 93% degli adulti concorda sul fatto che i lupi hanno il diritto di esistere in natura. Allo stesso modo, l’89% concorda sul fatto che i lupi appartengano al nostro ambiente naturale proprio come le volpi, i cervi o le lepri e l’86% concorda sul fatto che i lupi dovrebbero essere accettati per vivere nei loro rispettivi paesi.

Almeno tre quarti degli adulti intervistati concordano sul fatto che gli agricoltori e le persone che vivono nelle aree rurali dovrebbero coesistere con i lupi e altri animali selvatici senza danneggiarli (78%). Mentre il 38% pensa che i lupi rappresentino un rischio per le persone, solo il 39% afferma di sapere come comportarsi se incontrassero un lupo – quindi è chiaro che bisogna fare di più per educare i cittadini di oggi a vivere di nuovo a fianco dei lupi.

“Questa ricerca dimostra inequivocabilmente che i cittadini europei sostengono fortemente la protezione dei lupi e si oppongono alla loro uccisione in qualsiasi circostanza”, afferma Reineke Hameleers, CEO di Eurogroup for Animals. “Speriamo che le istituzioni dell’UE e i politici degli Stati membri lavorino ora insieme per garantire il mantenimento degli attuali livelli di protezione, mentre i finanziamenti nazionali e dell’UE sono messi a disposizione per sviluppare e fornire agli agricoltori strumenti innovativi per proteggere gli animali da allevamento dagli attacchi dei lupi e aumentare la tolleranza e il sociale accettabilità. In effetti, la strategia dell’UE sulla biodiversità recentemente pubblicata fino al 2030 invita gli Stati membri a impegnarsi a non deteriorare la conservazione delle specie protette, come il lupo”.

(Testo tradotto da Eurogroup for Animals)

Commenti

commenti