SERRONE (FR), DIVIETO DI NUTRIRE CANI E GATTI. ENPA: ORDINANZA ILLEGITTIMA

SERRONE (FR), DIVIETO DI NUTRIRE CANI E GATTI. ENPA: ORDINANZA ILLEGITTIMA

418
CONDIVIDI

Con un’ordinanza ha vietato la somministrazione di alimenti agli animali nelle aree pubbliche. L’Ente Nazionale Protezione Animali tramite il suo avvocato Claudia Ricci ha inviato una diffida al sindaco di Serrone, in provincia di Frosinone affinché annulli/revochi o sospenda l’ordinanza n.19 del 115 luglio 2020. Massimo Pigoni, Vice Presidente nazionale Enpa: “Per noi è un atto dovuto. E’ impensabile, infatti, lasciare i randagi senza accudimento e sostegno sempre ma lo è ancor di più in questo momento in cui il caldo estivo provoca problemi di disidratazione in tantissimi animali. Ci aspettiamo che il Sindaco di Serrone annulli al più presto questa assurda ordinanza”.

Impedire alle persone di nutrire le colonie feline, i gatti e cani liberi accuditi, i cani vaganti, non è solo una scelta crudele e insensata in sé ma integra una possibile ipotesi di reato ai sensi dell’art. 544 ter Cod. Pen., in quanto provoca grave strazio e sofferenza agli animali che verrebbero privati di sostegno e accudimento. Riteniamo inoltre che la consapevolezza da parte del Comune delle conseguenze che l’applicazione di questa ordinanza porterebbe agli animali potrebbe costituire responsabilità aggravata. Dunque l’Ente Nazionale Protezione animali è pronto ad andare fino in fondo nel caso in cui il sindaco non dovesse annullare, revocare o sospendere l’ordinanza al più presto.

(Testo Enpa, foto di repertorio)

Commenti

commenti