USA, MORTO IL PRIMO CANE POSITIVO AL COVID-19

USA, MORTO IL PRIMO CANE POSITIVO AL COVID-19

36
CONDIVIDI
pastoretedesco.jpg

Aveva manifestato sintomi molto simili a quelli degli esseri umani colpiti dal coronavirus ed è morto: la notizia – riportata da 9Colonne citando National Geographic – arriva dagli Stati Uniti e ha come protagonista Buddy, un pastore tedesco di sette anni, che si era ammalato in aprile, quasi in contemporanea con il suo padrone che si è poi per fortuna rimesso completamente. L’animale ha avuto il naso chiuso e difficoltà respiratorie sempre più gravi, e il suo stato di salute si è progressivamente degenerato nel corso delle settimane. Il proprietario del cane ha deciso di sottoporre all’eutanasia l’animale lo scorso 11 luglio, per evitargli inutili sofferenze. A stabilire la positività dell’animale è stato un test effettuato da una clinica veterinaria. I medici hanno scoperto che questo era affetto da un linfoma, una notizia che confermerebbe la teoria secondo la quale come per gli umani, anche per gli animali la presenza di patologie croniche rappresenterebbe un fattore di rischio nel caso di un’infezione da Covid-19.

(Pastore tedesco, foto di repertorio)

Commenti

commenti