M49, COLDIRETTI INSORGE: “GARANTIRE LA SICUREZZA”

M49, COLDIRETTI INSORGE: “GARANTIRE LA SICUREZZA”

166
CONDIVIDI

“Occorre garantire la sicurezza dei cittadini, dei turisti e degli allevamenti messi in pericolo dalla nuova evasione dell’orso M49, autore in Trentino di ripetute incursioni in baite, rifugi malghe e allevamenti con decine di animali sbranati fra mucche, pecore e cavalli”. Cosi’ la Coldiretti. “L’orso M49 era stato catturato nell’aprile scorso dopo essere stato protagonista di 44 attacchi con l’uccisione di 40 fra mucche, cavalli, pecore e galline”, secondo un’analisi Coldiretti sull’ultimo rapporto grandi carnivori della Provincia di Trento. Un caso che “rappresenta la punta dell’iceberg di una situazione fuori controllo dove la resistenza di chi lavora e vive sul territorio e’ ormai al limite considerato che in Trentino ci sono almeno altri 81 orsi, ma in circolazione ci sono pure 13 branchi di lupi o ibridi, con intrusioni nelle aziende e uccisioni di animali da allevamento”. Sul territorio trentino “il proliferare dei grandi predatori rappresenta un grave rischio non solo per l’incolumita’ delle persone ma anche per le attivita’ economiche, dall’agricoltura al turismo, alle prese con una difficile ripartenza dopo l’emergenza coronavirus”, lamenta l’associazione agricola.

Commenti

commenti