COVID-19, MOLTE SPECIE ANIMALI POTREBBERO ESSERE INFETTABILI

COVID-19, MOLTE SPECIE ANIMALI POTREBBERO ESSERE INFETTABILI

214
CONDIVIDI
orangosumatraok.jpg

Non solo gli esseri umani: anche alcuni animali potrebbero essere minacciati o infettati dal virus Sars-CoV-2: fra loro i primati ma anche le balene e i delfini. Questo – riporta Ansa – quanto emerge da uno studio condotto attraverso l’analisi del genoma in 410 tipi dii vertebrati, pubblicato sulla rivista Pnas. Già oggi esistono pochi casi di infezione in gatti, cani e tigri, ci sono ancora scarsi dati relativi al rischio per gli animali. Un team internazionale di scienziati ha utilizzato l’analisi genomica per confrontare il principale recettore cellulare per il virus – l’enzima di conversione dell’angiotensina-2 (Ace2) – in 410 diverse specie di vertebrati. Nell’uomo, 25 amminoacidi della proteina Ace2. “Si prevede che gli animali con tutti i 25 amminoacidi corrispondenti alla proteina umana siano a più alto rischio di contrarre Sars-Cov-2”, ha detto Joana Damas, prima autrice dell’articolo e ricercatrice presso l’Università della California, Davis. Tra quelli a più alto rischio vi sono i primati, molti dei quali anche in via di estinzione, come il gorilla di pianura occidentale, l’orango di Sumatra e il gibbone dalle guance bianche del Nord. Tra quelli ad alto rischio vi sono mammiferi marini come balene grigie e delfini tursiopi, nonché criceti cinesi. Gatti, bovini e ovini hanno un rischio medio, mentre è basso per cani, cavalli e suini.

(Orango di Sumatra, foto di repertorio)

Commenti

commenti