SVIZZERA, EMISSIONI NEGATIVE DI CO2 PER CENTRARE GLI OBIETTIVI SUL CLIMA

SVIZZERA, EMISSIONI NEGATIVE DI CO2 PER CENTRARE GLI OBIETTIVI SUL CLIMA

19
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

Emissioni negative di CO2 – estraendo anidride carbonica dall’aria e stoccandola – per raggiungere gli obiettivi climatici a lungo termine. Questo – riporta Adnkronos – quanto proposto oggi in un rapporto adottato dal governo svizzero. Il documento del Consiglio federale raccomanda alla Confederazione di creare già oggi “le condizioni quadro per un forte sviluppo di queste tecnologie per la cattura e lo stoccaggio permanente del CO2”. Queste “tecnologie a emissioni negative”, sigla inglese NET, non sono tuttavia ancora pronte per essere impiegate in misura tale da incidere sul clima. Gli obiettivi climatici del Consiglio federale, ossia un bilancio neutrale di CO2 entro il 2050, vanno insomma raggiunti principalmente con l’abbandono dei vettori energetici fossili (in particolare petrolio, gas, benzina e diesel). Allo stato attuale delle conoscenze, precisa l’esecutivo, fino al 2050 rimarranno tuttavia delle emissioni inevitabili, ad esempio quelle generate dall’agricoltura o da determinati processi industriali. Per compensarle, le emissioni negative costituiranno uno strumento indispensabile.

Commenti

commenti