RECANATI (MC), UNA MAXI-DISCARICA SOTTO L'”ERMO COLLE” DI LEOPARDI

RECANATI (MC), UNA MAXI-DISCARICA SOTTO L'”ERMO COLLE” DI LEOPARDI

354
CONDIVIDI

Una maxi discarica ai piedi dell’Ermo Colle caro a Giacomo Leopardi. Questo – come riporta Corriere.it – il progetto che nascerebbe su una superficie di quattro ettari in cui verrebbero posizionati 450mila metri cubi d’immondizia da tutta la provincia, con un traffico di 300 camion e ottanta ecoballe al giorno. Proprio lì, nel cuore d’uno dei paesaggi più famosi d’Italia, nel verde del Verdicchio. Un piano che nascerebbe da “ignoranza e becero calcolo economico”, sostiene Fabio Corvatta, medico ed ex sindaco di Recanati, presidente del Centro studi leopardiani.

La discarica dell’Infinito doveva essere un segreto ma quest’estate è trapelato il nuovo piano rifiuti della Provincia, con l’elenco di un’ottantina di luoghi ipotizzati per la discarica, che aprirebbe a fine 2021: una trentina d’ettari individuati, quasi un sito su tre a ridosso delle memorie leopardiane.

In riva ai laghetti popolati dal raro (e protetto) tritone crestato italiano. È nato subito un inevitabile Comitato No discarica, 1.500 iscritti. È partita una petizione online, tremila firme. In Parlamento è fioccata un’interrogazione.

“S’immagini che cos’avrebbe pensato un amante del bello come Giacomo — dice la contessa Olimpia, che discende dal fratello del Giovane Favoloso —. Se c’è un poeta italiano legato al suo territorio, questo è Leopardi. Qui non basta più la tutela del Fai: ci vuole un vincolo assoluto, farne un sito protetto dall’Unesco. Perché con quest’assurdità della discarica finiremo per attirarci gli strali del mondo. Un po’ come a Tivoli per Villa Adriana…”.

Commenti

commenti