CINA, POLIZIA FERMA UN CONTRABBANDO DI SPECIE A RISCHIO ESTINZIONE

CINA, POLIZIA FERMA UN CONTRABBANDO DI SPECIE A RISCHIO ESTINZIONE

138
CONDIVIDI
pangolino.jpg

Un’indagine riguardo un caso di contrabbando di animali selvatici in via di estinzione: è quella che ha portato a termine la polizia cinese nella Regione autonoma del Guangxi Zhuang, in Cina meridionale, arrestando tre sospetti. Come riporta l’agenzia di stampa cinese Xinhua lo hanno dichiarato noto le forze dell’ordine della città di frontiera di Chongzuo. Gli agenti hanno sequestrato alcuni articoli per un valore di oltre 1 milione di yuan (circa 134mila euro), compresi oltre 14,5 chilogrammi di scaglie di pangolino, 171 prodotti in avorio e 19 sospetti denti di tigre. Il sequestro è avvenuto il 10 agosto, su un’autostrada al valico di confine di Xiashi, nella città di Chongzuo: gli agenti hanno sequestrato i prodotti di contrabbando e hanno arrestato un sospetto. La polizia ha poi arrestato altri due sospetti a seguito di ulteriori indagini.

(Pangolino, foto di repertorio)

Commenti

commenti