TOSCANA, CACCIA AL CINGHIALE ANCHE VICINO AI CAMPI COLTIVATI

TOSCANA, CACCIA AL CINGHIALE ANCHE VICINO AI CAMPI COLTIVATI

332
CONDIVIDI

Non solo nei boschi ma anche vicino ai campi coltivati: come riporta Adnkronos da domani, primo ottobre, ci sarà anche questa possibilità in Toscana, regione che da tempo ha dichiarato guerra aperta agli ungulati. La delibera 843 approvata lo scorso luglio dalla Giunta regionale ha introdotto la possibilità di svolgere la caccia al cinghiale in braccata, quindi con i cani, anche nelle aree non vocate per il periodo ottobre-dicembre 2020 (due giorni alla settimana, il lunedì e il giovedì, con inizio dopo le ore 10), con lo scopo di aumentare il prelievo venatorio di cinghiali e quindi ridurre i danni che questi provocano alle colture. “Bene questo tipo di caccia, ma va praticata con attenzione: gli interventi devono essere mirati e risolutivi, eseguiti in sicurezza e nel rispetto del mondo agricolo”, ha commentato il presidente di Confagricoltura Marco Neri.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti