CINA, EDITING DEL DNA PER TRAPIANTI FRA MAIALE E UOMO

CINA, EDITING DEL DNA PER TRAPIANTI FRA MAIALE E UOMO

210
CONDIVIDI
maialino.png

Una tecnologia di editing genetico per produrre prototipi “Pig 3.0” da usare nei trapianti da maiale a uomo: questa – riporta Xinhua – la ricerca portata avanti da un team internazionale guidato da ricercatori cinesi. In un recente articolo pubblicato su Nature Biomedical Engineering, ricercatori provenienti da Cina e Stati Uniti hanno descritto la produzione di successo di suini i cui organi sono maggiormente compatibili con il sistema immunitario umano e sono privi di retrovirus endogeni suini attivi. Yang Luhan, uno degli autori della ricerca e co-fondatore e amministratore delegato di Qihan Biotech, ha spiegato che a livello mondiale c’è un divario enorme tra il numero di persone che necessitano di trapianti di organi e il numero di organi disponibili. Le compatibilità immunologica ed ematica del “Pig 3.0” con il sistema immunitario umano e’ stata migliorata e i retrovirus endogeni suini sono stati eliminati. I suini ingegnerizzati mostrano anche una normale fisiologia e fertilità. Yang e il suo team nel 2017 hanno prodotto la prima serie di suini vivi privi di retrovirus endogeni, ponendo le basi per lo xenotrapianto. Nel 2018, è nato “Pig 2.0”. I maiali sono promettenti candidati grazie alle loro dimensioni e fisiologia simili a quelle umane.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti