MACACHI, IANARO (M5S): “NEL NOSTRO PAESE NON SI PUO’ FARE RICERCA”

MACACHI, IANARO (M5S): “NEL NOSTRO PAESE NON SI PUO’ FARE RICERCA”

59
CONDIVIDI

Grillini animalisti? Anche no. Angela Ianaro, farmacologa e deputata delle commissioni Affari sociali e Politiche dell’Ue della Camera, sottolinea: “Lo stop al progetto ‘Light up’ da parte del Consiglio di Stato e’ l’ennesima dimostrazione che nel nostro Paese e’ impossibile fare ricerca: un duro colpo per il nostro sistema, che rischia di perdere competitivita’ e di avere un ruolo marginale nel contesto europeo e internazionale”. Nel commentare l’ordinanza del Consiglio di Stato di ieri, che ha disposto la sospensione della sperimentazione sui macachi condotta dalle Universita’ di Parma e Torino, la parlamentare del Movimento cinque stelle aggiunge in una nota: “La decisione dei giudici di palazzo Spada e’ una minaccia per la liberta’ di ricerca. E’ bene ricordare che le attivita’ condotte nell’ambito del Progetto ‘Light up’, vincitore di un grant Erc della Commissione europea, hanno ricevuto tutte le opportune autorizzazioni da parte delle istituzioni scientifiche. Per tale ragione e’ davvero difficile comprendere e accettare un simile stravolgimento data l’indisponibilita’ di metodi alternativi. Credo fermamente che tale decisione abbia gettato un’ombra indelebile sul futuro della ricerca in Italia. Ma non solo. In un momento storico cruciale per l’epidemia da Covid-19”, conclude Ianaro, “rischia di alimentare un clima antiscientifico che potrebbe provocare conseguenze ancor piu’ gravi”.

Commenti

commenti