ORSA JJ4, IL CONSIGLIO DI STATO SOSPENDE L’ORDINANZA DI CATTURA

ORSA JJ4, IL CONSIGLIO DI STATO SOSPENDE L’ORDINANZA DI CATTURA

255
CONDIVIDI

Torna libera l’orsa JJ4. Lo stabilisce il Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso presentato da Enpa (Ente nazionale per la protezione degli animali) e Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali) che ha sospeso l’ordinanza di cattura dell’orsa emanata dal presidente della provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti.
Il Consiglio di Stato “accoglie l’istanza e per l’effetto in riforma totale dell’ordinanza appellata sospende l’esecutorietà della ordinanza impugnata in primo grado, fino alla discussione collegiale cautelare, che fissa alla camera di consiglio del 19 novembre 2020. Il presente decreto sarà eseguito dall’Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti”, scrive il presidente Franco Frattini.
“È una sentenza importantissima ed estremamente articolata e chiara, che afferma l’esigenza di una riforma totale dell’ordinanza che Maurizio Fugatti ha pervicacemente voluto e difeso ricevendo, pochi giorni fa, il sostegno del Tar di Trento”. E’ questo il commento delle Associazioni Enpa ed Oipa.
Nel frattempo la Lav è stata ammessa come parte civile nel procedimento presso il Tribunale di Trento che vede sul banco degli imputati, accusati di uccisione di animali, l’ex Presidente della Provincia Rossi e il dirigente Zanin, quali mandanti dell’esecuzione dell’orsa KJ2, uccisa da una carabina del Corpo Forestale Provinciale.

Commenti

commenti