GIORNATA ALIMENTAZIONE, LAV: “SOSTENERE I CIBI VEGETALI”

GIORNATA ALIMENTAZIONE, LAV: “SOSTENERE I CIBI VEGETALI”

187
CONDIVIDI

La Giornata Mondiale dell’Alimentazione nel 2020 cade in un momento di enorme difficoltà a livello globale. La pandemia causata dal coronavirus sta mettendo alla prova la resilienza di tutti. Ora più che mai è il momento di capire che solo cambiando l’alimentazione il mondo avrà un futuro. Solo agendo in modo consapevole e lungimirante a tavola, sarà possibile bloccare la diffusione di virus che approfittano dell’ingordigia distruttiva dell’uomo. La prossima settimana al Parlamento Europeo, si voteranno, nell’ambito della PAC, le proposte di modifica al Regolamento che istituisce un’Organizzazione Comune dei Mercati (OCM) dei prodotti agricoli (2018/0218 COD). La relazione include un emendamento (165) che proibirebbe termini accettati e di uso comune, come “hamburger vegetariano” o “bistecca 100% vegetale”. Ciò, a oggi, per la Commissione Europea non costituisce un problema e non risulta ingannevole per i consumatori. Lo dimostra il fatto che, ad esempio, in Italia molti prodotti sono commercializzati con il nome di “burger vegetali”. L’emendamento (171) continuerebbe invece a limitare la denominazione delle alternative ai latticini e a vietare denominazioni come “stile yogurt”, “alternativa al formaggio” o “sostituto del burro” per descrivere i prodotti a base vegetale. Ciò accade in seguito ad un pronunciamento della Corte di Giustizia Europea, per cui, ad esempio, in Italia si può usare il termine “bevanda vegetale” e non “latte vegetale”.

(Testo Lav, foto di repertorio)

Commenti

commenti