CASORIA: TREDICENNE UCCIDE A CALCI GATTINO, VIDEO SU SOCIAL

CASORIA: TREDICENNE UCCIDE A CALCI GATTINO, VIDEO SU SOCIAL

1229
CONDIVIDI

Pubblicare un video sul noto social Tik Tok: sarebbe stata questa l’assurda motivazione che ha spinto F.G., un ragazzino di 13 anni nella zona della Cittadella a Casoria, a prendere a calci un gatto scaraventandolo contro il muro. Una scena violenta, filmata da un altro giovane e che poi e’ stata pubblicata sulla piattaforma web molto in uso fra i giovani, e quindi diffusa poi – come una catena – su altri social. Suscitando la rabbia, sul web, di moltissime persone. Il povero gattino e’ morto, tra l’indifferenza generale, a causa del trauma subito ad opera del suo assassino.
L’episodio si conclude con l’identificazione e la denuncia del minorenne autore del gesto: lo rende noto Raffaele Bene, sindaco di Casoria dove sono state riprese le immagini che hanno suscitato oggi numerose reazioni di condanna. “Esprimo profonda condanna per un gesto di violenza gratuita che non fa onore ad una comunita’ cittadina civile come la nostra. Fin da quando sono state diffuse in rete le immagini, la Polizia municipale si e’ messa sulle tracce dell’autore che e’ stato rintracciato e sara’ deferito all’Autorita’ Giudiziaria competente”. Il sindaco si rivolge infine a coloro che hanno pubblicato il video sul social: “Anche per loro saranno compiuti accertamenti rivolti a verificare anche le responsabilita’ penali. Piuttosto che registrare avrebbero fatto meglio a fermare il loro compagno, ed in ogni caso avrebbero avuto il dovere di denunciare l’accaduto”.
Sulla vicenda interviene la Lega nazionale per la difesa del cane. La presidente Piera Rosati parla di “gesto violento. Vile. Assassino”. E “ancora una volta – accusa Piera Rosati – dobbiamo assistere, impotenti, alla brutale e spietata aggressione di una creatura indifesa. Abbiamo gia’ predisposto la denuncia a carico di questo ragazzino che di fatto ha dimostrato di essere un individuo senza scrupoli, cresciuto evidentemente in un ambiente senza amore e senza rispetto per la vita. Il gesto che ha commesso e’ di una crudelta’ inaudita”.

Commenti

commenti