LAV: IL 17 E 18 OTTOBRE IL CONGRESSO NAZIONALE A ROMA

LAV: IL 17 E 18 OTTOBRE IL CONGRESSO NAZIONALE A ROMA

32
CONDIVIDI

Giustizia per gli animali: questo il tema portante delle due giornate congressuali della LAV, sabato 17 e domenica 18 ottobre a Roma (Auditorium di Via Rieti 13), e della Mobilitazione nazionale dell’Associazione, prevista il 28 e 29 novembre.

Nel corso del Congresso si discuterà di riforma delle norme contro il maltrattamento di animali, con la partecipazione del Sottosegretario alla Giustizia Vittorio Ferraresi, delle Senatrici Loredana De Petris, Monica Cirinnà, Rosellina Sbrana, del Senatore Gianluca Perilli e dell’Onorevole Michela Vittoria Brambilla. Saranno illustrate anche le numerose attività svo lte sul campo durante l’emergenza Covid; la liberazione degli animali dell’isola-carcere di Gorgona e le investigazioni realizzate dal Team investigativo LAV negli allevamenti.

Tra gli ulteriori temi, la presentazione del Manuale giuridico Arma dei Carabinieri-LAV “Norme di diritto penale e amministrativo a tutela degli animali”, il rinnovato Protocollo d’Intesa tra l’Arma dei Carabinieri e LAV per la prevenzione e la repressione dei reati contro gli animali, e il Master eCampus-LAV in “ Criminologia e tutela degli animali”.

Novità di quest’anno, il Premio “Maurizio Santoloci – Una vita per la legalità, gli animali e l’ambiente”, che ha avuto il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e quello dell’Associazione Nazionale Magistrati, che ha visto tanti giovani studiosi partecipare con i propri elaborati su diritto e difesa degli animali.
“Molti gravissimi maltrattamenti sono opera della criminalità organizzata, come si evince dal Rapporto Zoomafia LAV, ma i maltrattamenti dei singoli, non ascrivibili ad associazioni criminali, sono un fenomeno non meno preoccupante – afferma Gianluca Felicetti, presidente LAV – da sempre ci battiamo per una Legge efficace a contrasto di questo odioso reato. È ora di migliorare la Legge 189 che risale al 2004, e di inasprire le pene per chi maltratta gli animali, i senatori della Commissione Giustizia approvino la riforma e nel corso della nostra Mobilitazione del 28 e 29 novembre tutti potranno aiutarci a raggiungere questo obiettivo, firmando la nostra petizione. Inoltre, sarà possibile dare una speranza ad animali maltrattati che abbiamo portato in salvo, scegliendo la loro adozione, diretta o a distanza”.

I reati contro gli animali più diffusi (2019) secondo l’Osservatorio Zoomafia LAV

Dall’analisi dei crimini contro gli animali consumati in Italia, svolta dall’Osservatorio Zoomafia della LAV anche nel nuovo Rapporto che analizza i crimini contro gli animali nel 2019,  si evince che il reato più contestato resta quello di maltrattamento di animali (art. 544ter c.p.), con il 32,66% del totale dei procedimenti per crimini contro gli animali e il 37,46% del totale del numero degli indagati registrati presso le Procure che hanno risposto. Seguono: uccisione di animali (art. 544bis c.p), con il 32,10% dei procedimenti registrati e 10,98% di indagati; reati venatori (art. 30 L. 157/92), con il 15,87% dei procedimenti presi in esame e 21,56% del totale indagati, reato dunque al secondo posto per numero di indagati; abbandono o detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura (art. 727 c.p.), con il 14,53% e con il 17,83% del totale indagati, al terzo posto per numero di indagati; uccisione di animali altrui (art. 638 c.p.), con il l 4,16% dei procedimenti e il 3,10 % % del totale indagati; traffico di cuccioli (art. 4 L. 201/10), con lo 0,48% del totale dei procedimenti e l’1,29% del totale indagati; organizzazione di combattimenti tra animali e competizioni non autorizzate (art. 544quinquies c.p.), con lo 0,15%, ma con il 7,74% del totale indagati (al quinto posto per numero di indagati). L’alto numero degli indagati rispetto ai procedimenti si spiega con l’esistenza di un procedimento per corse clandestine di cavalli, con ben 336 indagati. Infine, Spettacoli e manifestazioni vietati (art. 544quater c.p.), pari allo 0,04% di tutti i reati contro gli animali registrati e pari allo 0,04 degli indagati.

La giornata di domenica 18 ottobre sarà interamente dedicata ai soli soci LAV e vedrà la votazione dei Bilanci Consuntivi e Sociali del 2019 come pure del Documento di Programmazione delle attività 2021. Quest’anno il Congresso LAV sarà elettivo: verranno rinnovate le cariche sia del Consiglio Direttivo Nazionale che del Collegio di Garanzia.

Come partecipare al Congresso LAV

A causa delle restrizioni per la sicurezza sanitaria dovute all’emergenza Covid, si potrà partecipare al congresso prenotandosi QUI: ht tps://www.lav.it/news/ congresso-lav-2020).

Chi non potrà partecipare in presenza, potrà comunque seguire i lavori congressuali in diretta streaming, su Facebook (https://www. facebook.com/LAVonlus) e su Teams.

Commenti

commenti