ROMA, AMBIENTE E CLIMA: FRIDAYS FOR FUTURE BOCCIA LA RAGGI

ROMA, AMBIENTE E CLIMA: FRIDAYS FOR FUTURE BOCCIA LA RAGGI

228
CONDIVIDI

Virginia Raggi bocciata senza appello dai giovani di Fridays for Future che, in tutto il mondo, si occupano di sensibilizzare sull’esigenza di difendere l’ambiente. Come riporta Dire a loro giudizio il Campidoglio non starebbe facendo abbastanza per contrastare l’emergenza climatica. A dirlo pubblicamente alcuni attivisti del movimento ambientalista, insieme ai rappresentanti di Fare Verde, sono infatti intervenuti oggi in apertura della seduta tematica dell’Assemblea capitolina sul ‘climate change’, bollando sostanzialmente come insufficienti e inadeguate le politiche implementate a Roma dalla Giunta guidata dalla sindaca Virginia Raggi. La prima a intervenire è stata Marianna Panzarino di Friday for future, citando la mozione approvata lo scorso anno all’unanimità dall’Aula: “A un anno da quel voto dobbiamo registrare un’insufficienza delle misure messe in campo. Non mi dilungherò su tutti i punti, ma sui principali, che sono quelli di mobilità sostenibile, dei rifiuti e della questione idrica, noi non abbiamo visto nessun passo avanti fatto da Roma, anzi”, ha spiegato. La giovane attivista ha poi rincarato la dose: “Dei 150 chilometri di piste ciclabili previsti dal piano straordinario della ciclabilità ne abbiamo visti solo 15. L’aumento della flotta Atac non è stato fatto con vetture elettriche, e questo implicherà un ritardo del divieto di circolazione dei disel in città”. E ancora: “Sull’ambito della raccolta differenziata la percentuale non è salita, ma addirittura alcune zone della città è stato ridotto il porta a porta. Anche sul Paesc, il Piano d’azione sull’energia sostenibile e il clima, non ci siamo: ci era stato detto che sarebbe stato presentato ad agosto di quest’anno, ma così non è stato. Anche qui non possiamo non constatare una discrasia fra parole e fatti”.

Commenti

commenti