PM10: MIGLIORA LA QUALITÀ DELL’ARIA A MILANO E IN LOMBARDIA

PM10: MIGLIORA LA QUALITÀ DELL’ARIA A MILANO E IN LOMBARDIA

145
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

La Regione Lombardia non ha quasi fatto a tempo a introdurre misure temporanee di primo livello in 9 province, che l’aria sul territorio regionale è nettamente migliorata. Come riporta Askanews particolarmente significativi i dati del 16 novembre di Milano: secondo quanto riferito dall’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa) della Lombardia, si è infatti registrata un’inversione di tendenza col livello di Pm10 che è sensibilmente sceso: 52 microgrammi nell’area cittadina di Marche, 48 in Pascal, 60 in Senato e 46 al Verziere. Miglioramenti anche nell’hinterland del capoluogo lombardo, con Pioltello-Limito a 52, Cassano d’Adda a 54, Magenta a 53 e Turbigo a 54. Due giorni fa, domenica, la media giornaliera di polveri sottili nelle provincie di Milano, Bergamo e Brescia, pur in calo, era stata ancora alta, con Pm10 e Pm2.5 rispettivamente a 67 e 53, a 56 e 47, a 61 e 51 microgrammi per metro cubo d’aria a fronte di limiti massimi di 50 e 25 microgrammi, con l’Indice di qualità dell’aria (Iqa) che si era attestato tra gli ultimi due dei cinque livelli previsti (“scarsa” e “molto scarsa”). Vale la pena ricordare che i valori limite vengono superati solo in inverno in quanto una parte consistente delle polveri sottoli sono generate dai riscaldamenti.

Commenti

commenti