RAVENNA, LIBERATI STORIONI E ANGUILLE NEI FIUMI BEVANO E LAMONE

RAVENNA, LIBERATI STORIONI E ANGUILLE NEI FIUMI BEVANO E LAMONE

79
CONDIVIDI
storionecobice.jpg

Centinaia di esemplari di giovani storioni cobice e anguilla sono sono stati liberati nei tratti finali dei fiumi Bevano e Lamone in provincia di Ravenna dal Centro di ricerca universitario di Cesenatico (Corso di laurea in Acquacoltura e Igiene delle Produzioni Ittiche) dell’Università di Bologna assieme ad altre realtà pubbliche e private. Come riporta Ansa si tratta di attività nate dalla collaborazione esistente già da numerosi anni tra l’Università di Bologna, il Parco Lombardo del Ticino e l’Acquario di Cattolica e il parco Oltremare di Riccione grazie a due progetti Life Natura a supporto di specie ittiche minacciate finanziati dall’Unione Europea. “La liberazione dei piccoli di storione e anguille – commenta Gianandrea Baroncini, assessore all’Ambiente del Comune di Ravenna – consente a specie autoctone a rischio estinzione di sopravvivere e di ristabilire un equilibrio naturale nel corso dei nostri fiumi”.

(Storione, foto di repertorio)

Commenti

commenti