ANIMALI, CASSAZIONE: CON AFFIDATARIO INAFFIDABILE MULTE FINO A 10MILA EURO

ANIMALI, CASSAZIONE: CON AFFIDATARIO INAFFIDABILE MULTE FINO A 10MILA EURO

397
CONDIVIDI
canegatto.png

Quando non ce ne si può prendere cura direttamente cani e gatti vanno lasciati in affido solo a persone che si conoscono bene, per evitare sanzioni che possono arrivare fino a 10mila euro.

Come riportano vari siti d’informazione è questo il principio giuridico stabilito dalla Corte di Cassazione, che ha respinto il ricorso di una donna di Ivrea, accusata di avere abbandonato i suoi tre gatti durante le ferie estive. Multata per 1.500 euro la donna aveva impugnato la sentenza dichiarando di aver affidato i mici a una conoscente che si era però sottratta all’impegno. La donna aveva confidato – riporta Il Mattino – sui figli minorenni, che trascorrevano le vacanze dal padre e andavano a giorni alterni a visitare gli animali, evidentemente con poca attenzione nei loro confronti.

Secondo la Cassazione non trovano infatti giustificazione le condizioni in cui sono stati trovati gli animali “di scarsa igiene, con presenza di urine e feci sparse su giornali distribuiti sul pavimento, una lettiera satura e la ciotola dell’acqua stagnante e sporca”. Reato punibile anche con ammende fino a 10mila euro.

La donna dovrà ora pagare una multa da 3mila euro per il reato di abbandono di animale che non riguarda soltanto quei comportamenti “che offendono il comune sentimento di pietà e mitezza verso gli animali per la loro manifesta crudeltà”, ma anche “quelle condotte che incidono sulla sensibilità psicofisica dell’animale, procurandogli dolore e afflizione”.

Commenti

commenti