DANIMARCA: DAL TERRENO RIEMERGONO LE CARCASSE DEI VISONI UCCISI

DANIMARCA: DAL TERRENO RIEMERGONO LE CARCASSE DEI VISONI UCCISI

1942
CONDIVIDI

Sembra la scena di un film dell’orrore e invece sta avvenendo davvero in alcune aree della Danimarca dove le carcasse di milioni di visoni, abbattuti nelle scorse settimane a seguito di alcuni focolai di Covid-19, stanno riemergendo dal terreno.

L’ultimo caso – riporta Agi – è stato segnalato in un centro di addestramento militare a Holsterbo ma non è affatto un episodio isolato, ha spiegato alla stazione radio DR il portavoce della polizia nazionale, Thomas Kristensen. Il macabro fenomeno è dovuto alla scarsa quantità di terra, in alcuni casi appena un metro, che è stata posta sopra i corpi che, gonfiati dai gas della decomposizione, fanno pressione sul terreno soprastante, tornando così alla luce.

“Si tratta di un fenomeno naturale che stiamo cercando di risolvere aggiungendo terra”, ha spiegato Kristensen. Le autorità hanno quindi disposto che i mustelidi vengano sempre inumati a una profondità minima di due metri e mezzo. L’area intorno a Holsterbo, che ospita una fossa comune piuttosto capiente, è stata transennata per il timore di possibili infezioni.

(Visoni uccisi in Danimarca, foto di repertorio)

Commenti

commenti