CAPODANNO, ENPA: ANIMALI IN PANICO PER I BOTTI

CAPODANNO, ENPA: ANIMALI IN PANICO PER I BOTTI

212
CONDIVIDI
botti.jpg

Neanche la pandemia, il lockdown e tutte le limitazioni di movimento previste dal Dpcm potranno fermare l’uso dei “botti illegali”, stando ai sequestri di fuochi di questi giorni. Lo afferma l’Ente Nazionale Protezione Animali (Enpa) che ha stilato una serie di consigli per aiutare i nostri animali a vivere al meglio questo momento cosi’ traumatico per loro: il 45% dei cani, infatti, quando sente i fuochi di artificio mostra segni di paura, atteggiamenti di ansia, panico o fuga, ricorda l’associazione animalista. Fra i suggerimenti si indica di verificare che il microchip del pet sia leggibile dal veterinario, attaccare una medaglietta di identificazione al collare, assicurarsi che la casa e il giardino siano il piu’ possibile a prova di fuga, che tutte le porte e le finestre siano chiuse saldamente. L’esperta cinofila Enpa, Giusy D’Angelo, suggerisce in particolare di tenere in casa durante i fuochi d’artificio, creare uno spazio sicuro come la cuccia o metterlo in un bagno o in un’altra piccola stanza con musica classica ma ancor meglio sarebbe usare audiolibri: e’ stato dimostrato che ascoltare la voce umana con una corretta cadenza induce i cani a regolare respirazione e battiti cardiaci o rumori neutri per aiutare a soffocare il boom dei fuochi d’artificio. Arricchire la sua stanza con oggetti che creino un ambiente tridimensionale dove lui puo’ mostrare il suo bisogno, mettersi sopra la cuccia, nascondersi sotto le coperte o afferrare un gioco puo’ farlo sentire maggiormente a proprio agio. Si puo’ incrementare il benessere attraverso gli odori che conosce o aggiungerne di nuovi che stimolino un’attivita’ olfattiva mirata alla serenita’. Anche far indossare un cappotto aderente o un gilet esercita una leggera e costante pressione che molti cani trovano rilassante e calmante. Durante i botti, spiega il veterinario dell’Enpa, Meir Levy “gli animali vivono un momento davvero drammatico. I rumori ma anche le luci improvvise possono spaventare moltissimo e creare delle vere e proprie crisi di panico. Sono diversi i cambiamenti che possiamo notare a livello fisico: iperventilazione (il cane respira a fatica), tachicardia (il battito accelerato) e in alcuni casi anche sciallorea, ovvero ipersalivazione, e tremori muscolari”.

Commenti

commenti