ENTOMOLOGO: “SALVARE GLI INSETTI PER SALVARE IL PIANETA”

ENTOMOLOGO: “SALVARE GLI INSETTI PER SALVARE IL PIANETA”

121
CONDIVIDI
ape.jpg

“Signori politici d’ogni forma e colore datemi ascolto. Mi sono umilmente speso per ricordarVi che i miei/nostri fratelli insetti sono fondamentali”. Cn queste parole – riporta 9Colonne – l’entomologo Valentino Valentini, direttore del Museo Laboratorio della Fauna minore di San Severino Lucano associandosi al piano di azione promosso da oltre 50 studiosi di tutto il mondo per difendere gli insetti. “Ogni insetto che striscia, ronza e vola è l’ingranaggio d’una macchina ecologica che insieme alle piante fa vivere e respirare il nostro pianeta, e lo fanno anche per noi – spiega lo studioso -; ogni minuscolo sforzo compiuto per infaticabile istinto, sommato a miliardi di miliardi di altri, crea enormi vantaggi per la vita sulla Terra che noi ancora fatichiamo ad apprezzare”, “gli insetti costituiscono la base delle catene alimentari, senza di loro moltissimi animali si estinguerebbero o subirebbero cali di popolazione, e…sta già accadendo! Quasi il 90% delle specie di piante da fiore e ben il 75% di quelle agricole sono impollinate soprattutto dagli insetti, senza di loro piante e coltivazioni non riuscirebbero a riprodursi: e per i quasi otto miliardi di umani vi sarebbero gravi perdite di fonti alimentari essenziali. Non vi sono dubbi, inoltre, che per la degradazione e il riciclo della sostanza organica morta, i miei/nostri amici a sei zampe siano fondamentali, scarti e carcasse ristagnerebbero negli ecosistemi ostacolando il flusso di sostanze nutrienti” […]. Inoltre numerosi insetti predatori permettono di difendere da organismi nocivi colture e foreste svolgendo “il ruolo di ‘pesticidi’ naturali, senza che si ricorra a sostanze chimiche”. Per Valentini la messa al bando di quasi tutti i pesticidi concausa del declino di insetti e uccelli decisa dalla Ue non è sufficiente. Bisogna, oltre a ridurre drasticamente le emissioni ambientali nocive.

Commenti

commenti