OMICIDIO AGITU: LE SUE CAPRE ACCUDITE DA UNA 20ENNE

OMICIDIO AGITU: LE SUE CAPRE ACCUDITE DA UNA 20ENNE

142
CONDIVIDI

Capre in buono stato di salute e nutrizione: è questa la situazione che gli addetti del Servizio veterinario dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento si sono trovati di fronte in un sopralluogo presso l’allevamento di capre di Agitu Ideo Gudeta, l’imprenditrice uccisa da un suo collaboratore in valle dei Mocheni, in Trentino. Come riporta Ansa secondo le verifiche effettuate vi sono nella proprietà 82 esemplari di razza mochena, con acqua e foraggio sufficiente per fare fronte all’alimentazione delle capre nelle prossime settimane. La situazione sarà monitorata dal Servizio veterinario, che ha fornito al sindaco di Frassilongo, Luca Puecher, le indicazioni per una corretta gestione degli animali, che al momento vengono accuditi da Beatrice Zott, 20 anni, che conosceva Agitu e malgrado la giovane età ha già molta esperienza, anche in alpeggio. “Agitu Gudeta aveva trovato nella nostra terra un luogo dove realizzare il proprio progetto di vita e aveva dimostrato come l’amore per l’agricoltura possa riempire il cuore di soddisfazione ed entusiasmo”, commenta l’assessore provinciale all’agricoltura, Giulia Zanotelli, che sta seguendo la vicenda in prima persona.

Commenti

commenti