DOLOMITI, “ORA LI SCANNO”: INSEGUE IN AUTO 4 LUPI. ENPA: VERGOGNOSO

DOLOMITI, “ORA LI SCANNO”: INSEGUE IN AUTO 4 LUPI. ENPA: VERGOGNOSO

821
CONDIVIDI

“Beccati! Ora li scanno”. Così l’uomo, già identificato dalle Forze dell’Ordine, nel terribile video pubblicato sui social in cui si vede una macchina inseguire per circa due chilometri un branco di quattro lupi. L’episodio è avvenuto a Passo Tre Croci, nel cuore delle Dolomiti venete. L’uomo sembra voler dimostrare con queste immagini e questo atteggiamento di avere ragione sulla presenza di questi animali nella valle del Boite, vicino Cortina d’Ampezzo. “E’ un comportamento infame ed inaccettabile! Esattamente tutto quello che non bisogna fare se si incontrano questi animali – afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa -che ricordiamo sono particolarmente protetti e beni indisponibili dello Stato. Costretti a correre a 50 chilometri orari per oltre due chilometri, sono stati costretti dall’inseguitore ad un grande sforzo, consumando energie in un periodo già di per sé avverso. Dal video si capisce che l’uomo ha subito dei danni la scorsa estate a causa dei lupi ma questo non può essere una giustificazione per un comportamento tanto sbagliato, pericoloso e inutilmente crudele. Da sempre l’Enpa invita gli agricoltori a prendere tutti gli accorgimenti possibili per proteggere i loro animali. La prevenzione è possibile. Come Enpa andremo a fondo a questo deplorevole episodio con tutti gli strumenti a nostra disposizione. E ricordiamo che assumere un comportamento di questo tipo non è solo inaccettabile per il rispetto della dignità degli animali ma è anche pericoloso per chi lo mette in pratica. L’uomo avrebbe fatto bene a fermarsi in sicurezza, magari spegnendo per qualche istante i fari, e poi ripartire con calma. Un pessimo esempio da qualsiasi punto di vista!”.

(Testo e foto Enpa)

Commenti

commenti