CAGLIARI, TRE PROVVEDIMENTI RESTRITTIVI PER BRACCONAGGIO

CAGLIARI, TRE PROVVEDIMENTI RESTRITTIVI PER BRACCONAGGIO

74
CONDIVIDI
cacciatorepreda.jpg

Nuova operazione del Nucleo investigativo regionale del Corpo forestale contro il bracconaggio. Oggi sono stati notificati tre provvedimenti restrittivi: agli arresti domiciliari e’ finito un allevatore di Pula, Fabrizio Olla; obbligo di dimora nel Comune di residenza per Roberto Cabras e Giuseppe Salvatore Cuccu, padre di Andrea Cuccu arrestato il 29 agosto dello scorso anno a Pula per incendio boschivo e porto e detenzione di un ordigno da utilizzare per appiccare roghi. L’operazione del Corpo forestale e’ direttamente collegata alle indagini che avevano portato all’arresto di Cuccu. Ai tre destinatari dei provvedimenti vengono contestati reati come bracconaggio, ricettazione di carne di animali di protetti e furto di gasolio. Una quarta persona, destinataria di un provvedimento ai domiciliari, si trova all’estero per lavoro e non e’ stato possibile notificargli il provvedimento. Dodici complessivamente le persone iscritte nel registro degli indagati dal pm Alessandro Pili, come 12 sono state le perquisizioni condotte nel corso della giornata dagli uomini del Nucleo investigativo regionale del Corpo forestale in diversi centri del Cagliaritano. Sequestrate armi, tra le quali una balestra e un fucile predisposto per la caccia di frodo notturna, e munizioni di vario genere. I provvedimenti sono stati firmati dalla Gip Alessandra Tedde.

Commenti

commenti