STUDIO INGLESE: L’INQUINAMENTO ACUSTICO DANNEGGIA LA FAUNA

STUDIO INGLESE: L’INQUINAMENTO ACUSTICO DANNEGGIA LA FAUNA

122
CONDIVIDI
fringuello.jpg

Fauna di terra e mare colpita dall’inquinamento acustico: come riporta Agi è questo uno dei problemi che, negli ultimi anni, si sta facendo sentire sempre di più. Rumori incessanti prodotti dall’uomo che interferiscono pesantemente sulla sugli animali, alterandone abitudini e abilità. Lo rivela una serie di studi scientifici svolti in laboratorio, pubblicati sulla rivista Proceedings of the Royal Society, che mostrano come l’inquinamento acustico causato dall’uomo ha “conseguenze prima non considerate sulla fauna, influenzando comportamenti, cognizione e accoppiamento”. I primi di una lunga serie di test hanno evidenziato che nel caso dei fringuelli zebrati, uccelli canori solitamente molto attivi e divertenti, condizioni rumorose, come il traffico, diminuivano fortemente le capacità ad orientarsi, a trovare cibo collocato in contenitori colorati e ad imitare i ‘compagni’ per riuscire a uscire dalla gabbia dall’unico lato aperto.

(Fringuello, foto di repertorio)

Commenti

commenti