COVID-19, CANILE DI TRENTO ACCOGLIE GLI ANIMALI DEI MALATI

COVID-19, CANILE DI TRENTO ACCOGLIE GLI ANIMALI DEI MALATI

322
CONDIVIDI

Lasciare il cane in canile, temporaneamente, finché non si è guariti dal Covid-19: è questa l’iniziativa lanciata dalla sezione di Trento della Lega nazionale per la difesa del cane, che gestisce la struttura per animali del capoluogo. Come riporta Ansa i volontari dell’ente si occuperanno, a titolo gratuito, del ritiro del cane presso il domicilio della persona interessata, del suo accudimento e della restituzione a seguito delle dimissioni o del superamento del periodo di malattia del proprietario. L’associazione propone anche un servizio dedicato ai senzatetto, che potrebbero rinunciare al proprio posto nei dormitori perché molte strutture sono interdette agli animali. In questo caso, si offre un servizio di accoglienza unicamente notturna, con ingresso alla sera e riconsegna dell’animale la mattina successiva. L’associazione coprirà le spese necessarie per il servizio con fondi propri, sostenendo anche eventuali cure sanitarie e vaccinazioni.

L’iniziativa di Trento si somma a quella organizzata su tutto il territorio nazionale dalla Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, associazione presieduta dall’on. Brambilla, che – attraverso i suoi volontari – si occupa di portare a passeggio i cani delle persone in quarantena, ad accogliere temporaneamente gli animali delle persone ricoverate e a tempo indefinito quelli di chi ha perso per sempre la battaglia contro il virus.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti