FIRENZE, SOPRALLUOGO PER TROVARE BOCCONI AVVELENATI NEI BOSCHI DI SANT’AGATA

FIRENZE, SOPRALLUOGO PER TROVARE BOCCONI AVVELENATI NEI BOSCHI DI SANT’AGATA

55
CONDIVIDI

Un sopralluogo con due cani antiveleno (un labrador e un pastore belga) per identificare l’eventuale presenza di bocconi avvelenati nei boschi di Sant’Agata nel comune di Scarperia San Piero (Firenze): questo – riporta Adnkronos – il recente intervento dei carabinieri forestali intervenuti a seguito del presunto avvelenamento di tre cani da caccia all’interno di un bosco nei pressi di Sant’Agata. Durante l’intervento non sono stati tuttavia rinvenuti bocconi e/o esche né alcuna carcassa animale. L’attività d’indagine è comunque ancora in corso. “Il fenomeno dei bocconi avvelenati è diffuso e preoccupante. Chi vuole colpire i predatori selvatici per preservare le coltivazioni agricole o gli allevamenti mette in pericolo anche gli animali d’affezione, procurando in entrambi i casi una morte orribile”, scrivono i carabinieri forestali in un comunicato.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti