MILANO E LOMBARDIA, POLVERI SOTTILI BEN OLTRE IL LIMITE

MILANO E LOMBARDIA, POLVERI SOTTILI BEN OLTRE IL LIMITE

166
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

Nessun miglioramento per la qualità dell’aria a Milano e in mezza Lombardia, con valori delle polveri sottili per oltre il limite massimo. Come riporta Askanews è quanto emerge dai dati raccolti dall’Agenzia regionale per l’ambiente della Lombardia (Arpa): ieri le quattro centraline del capoluogo lombardo hanno rilevato 73 microgrammi per metro cubo di Pm10 in Marche, 96 in Pascal, 83 in Senato e 60 al Verziere. Leggermente meglio in provincia, con 73 a Pioltello-Limito, 71 a Cassano d’Adda, 69 a Magenta. Pm 10 molto alto anche a Monza (84 al Parco, 85 a Meda) e nel Lecchese (80 a Merate), più contenuto invece nella provincia di Varese (58 a Ferno, 68 a Saronno-Santuario e 57 a Busto Arsizio) e in quella di Como (65 in città, 60 a Cantù, 62 a Erba). Sempre ben oltre la soglia massima anche i valori della media giornaliera del Pm2.5 registrati ieri e il cui limite è fissato in 25 microgrammi per metro cubo d’aria: a Milano 53-62, Como e Erba 48, a Merate 50, a Saronno 47 e a Varese 37. Ieri concentrazioni di polveri sottili molto alte anche nelle provincie di Pavia, Lodi, Cremona e Mantova. Per cercare di contrastare l’inquinamento, ieri la Regione ha introdotto le misure temporanee antismog di primo livello in tutte le province lombarde (Sondrio esclusa) e questa mattina alle 10 il Comune di Milano ha riattivato Area C, la ztl all’interno della Cerchia dei Bastioni.

Commenti

commenti