USA, RAPITI DUE PITBULL DI LADY GAGA E FERITO IL DOG SITTER

USA, RAPITI DUE PITBULL DI LADY GAGA E FERITO IL DOG SITTER

122
CONDIVIDI

Hanno sparato di fronte alla villa di Lady Gaga a Hollywood colpendo il dog sitter della nota cantante per rapire i tre pitbull che stava portando a passeggio. L’uomo è stato colpito al petto, secondo quanto riferito dalla stampa americana. La sparatoria – riporta Askanews – ha avuto luogo nella tarda serata di mercoledì, quando Ryan Fischer stava portando a spasso i tre cagnolini di Lady Gaga. All’arrivo della polizia, le forze dell’ordine hanno trovato il dog sitter ancora cosciente. L’uomo è stato trasferito in ospedale in condizioni “gravi”. Quanto ai cani, solo uno è riuscito a sfuggire ai rapitori: gli altri due sono stati portati via dai malviventi. Lady Gaga, riferisce da parte sua la Bbc, ha offerto una ricompensa a chiunque dovesse fornire informazioni decisive per il ritrovamento dei due bulldog, Koji e Gustav. Secondo quanto si è appreso, si tratterebbe di 500mila dollari.

L’Fbi sta indagando sul rapimento dei bulldog di Lady Gaga per escludere che i delinquenti che mercoledì sera a Los Angeles si sono impadroniti di due cani della cantante avessero un movente politico. “Lady Gaga ha già in sé un alto profilo, ma il fatto che abbia cantato all’insediamento del presidente Joe Biden porta il caso a un altro livello”, hanno detto fonti del tabloid britannico “The Sun” rilanciate negli Usa dal “New York Post”. Entrambi i giornali fanno parte del gruppo di Rupert Murdoch.

“Se ti rapiscono un animale al quale sei affezionato, ciascuno fa giustamente il massimo di quello che può per riaverlo indietro. Anche io farei altrettanto, muovendomi secondo le mie possibilità”. Così Carla Rocchi, presidente dell’Ente Nazionale per la Protezione degli Animali (Enpa), commenta all’Adnkronos la notizia del rapimento di due dei tre bulldog francesi della cantante Lady Gaga.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti