SUD SARDEGNA, CONTROLLI ANTIBRACCONAGGIO: 6 DENUNCE

SUD SARDEGNA, CONTROLLI ANTIBRACCONAGGIO: 6 DENUNCE

261
CONDIVIDI

Adeguato monitoraggio antibracconaggio per evitare che il fenomeno possa riprendere le precedenti dimensioni: questo l’obiettivo di un’operazione congiunta fra il corpo forestale della regione Sardegna e l’Arma dei carabinieri avviata nel mese di febbraio nella Sardegna meridionale, in particolare nella zona di Villasimius, Capoterra e del Gutturu Mannu. Come riporta Askanews nel corso delle operazioni sono già stati denunciati all’autorità giudiziaria 6 soggetti, ma le attività di indagine sono ancora in corso per identificare ulteriori responsabili. A contribuire alle operazioni i volontari del Cabs, della Lav, della Lipu e del Wwf. La campagna di contrasto al bracconaggio nel Sud Sardegna, è giustificata dal fatto che l’area era inclusa nei punti caldi del bracconaggio italiano, chiamati “Black Spot”, dunque è necessario un adeguato monitoraggio per evitare che il fenomeno possa riprendere le precedenti dimensioni. Nel corso delle operazioni sono già stati denunciati all’autorità giudiziaria 6 soggetti, ma le attività di indagine sono ancora in corso per identificare ulteriori responsabili. Al momento sono stati sequestrati: circa 250 trappole metalliche a scatto, 45 lacci per avifauna e 2 per fauna minore oltre a 20 reti da uccellagione.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti