SCLEROSI MULTIPLA: SMOG RALLENTA LA RIGENERAZIONE DEL TESSUTO NERVOSO

SCLEROSI MULTIPLA: SMOG RALLENTA LA RIGENERAZIONE DEL TESSUTO NERVOSO

283
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

Non solo rischi per l’apparato respiratorio: lo smog limita la capacità del tessuto nervoso, in particolare della mielina (la guaina isolante delle fibre nervose che risulta danneggiata), di rigenerarsi creando danni ulteriori alle persone affette dalla sclerosi multipla. Come riporta Ansa è questo il risultato di una ricerca condotta su modelli animali dal Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi (NICO) dell’Università di Torino, in collaborazione con l’Università di Milano e quella dell’Insubria. Lo studio, finanziato dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) e dalla sua Fondazione FISM, è pubblicato sulla rivista Neurochemistry International. I risultati dimostrano che l’esposizione alle polveri più sottili (PM2.5) ostacola la riparazione della mielina, inibisce il differenziamento delle cellule che la producono (gli oligodentrociti) e promuove l’attivazione di cellule (astrociti e microglia) che di norma svolgono funzioni di sostegno ai neuroni, ma che contribuiscono alla neuroinfiammazione quando sono attivate dal sistema immunitario come accade nella sclerosi multipla.

Commenti

commenti