NAPOLI, RIMOSSA LA RETE CHE METTEVA IN PERICOLO GLI UCCELLI

NAPOLI, RIMOSSA LA RETE CHE METTEVA IN PERICOLO GLI UCCELLI

226
CONDIVIDI

“La collaborazione tra istituzioni e associazioni unite alla sensibilità di soggetti privati porta sempre buoni frutti”. Con queste parole – riporta Dire – il consigliere della Città metropolitana di Napoli con delega alla Tutela della fauna selvatica, Salvatore Pace ha annunciato la rimozione della rete che metteva a rischio gli uccelli. Pace ha proseguito: “il nostro ufficio Ossigeno bene comune si è subito attivato appena arrivata la notizia da parte di Wwf e Ardea, unitamente anche ad altre segnalazioni come quella dell’Asoim, presso la ditta Ldb spa di Napoli per la rimozione di una rete di sicurezza che aveva occluso gli accessi ai nidi di Taccola a monte di via Coroglio”. “La veloce interlocuzione con i responsabili della ditta – ancora il consigliere – ci ha consentito di concordare un intervento immediato e risolutore. Infatti, la settimana scorsa, urgenti lavori di messa in sicurezza di un muraglione dove storicamente è stanziale una colonia di Taccole (corvidi che nidificano in piccole cavita’ verticali) hanno messo a rischio l’intera stagione riproduttiva della colonia tanto che, in questi giorni, le taccole hanno tentato disperatamente di forzare le fitte maglie della rete”. “Grazie alla mobilitazione del mondo associativo e alla sensibilità ecologista e animalista dell’Istituzione e grazie soprattutto al solerte impegno del dottor Marcello Giannotti, biologo naturalista che ha lavorato fianco a fianco con me, da oggi – conclude Pace – le taccole hanno ripreso possesso delle loro case. La biodiversità è un bene grande, ben più prezioso di quanto si possa immaginare se non la si conosce”.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti