REGNO UNITO, STOP AI FINANZIAMENTI PER ESTRARRE GAS E PETROLIO

REGNO UNITO, STOP AI FINANZIAMENTI PER ESTRARRE GAS E PETROLIO

81
CONDIVIDI

Stop a tutti i finanziamenti pubblici al settore di estrazione di petrolio e gas nel nord del Regno Unito: a deciderlo il governo britannico guidato da Boris Johnson. Si tratta – sottolinea in una nota riportata da Ansa la viceministra dell’Energia, Anne-Marie Trevelyan – della prima iniziativa del genere, sul fronte della transizione verso l’abbandono delle piattaforme offshore, da parte di un Paese del G7: organismo di cui Londra quest’anno ha la presidenza di turno, unitamente a quella della conferenza Onu CoP 26 sul clima. Il passo annunciato oggi rientra in un programma più vasto nell’ambito del quale il Regno Unito prevede di ridurre entro il 2050 del 50% le emissioni nocive prodotte attualmente dai suoi residui impianti offshore del Mare del Nord. Il governo Johnson s’impegna peraltro parallelamente a stanziare risorse per la riconversione della forza lavoro del settore (40.000 persone circa) nei prossimi anni, il sostegno al business, l’aiuto alle comunità locali delle aree investite economicamente dal cambiamento e per lo sviluppo di impianti in grado di sfruttare fonti energetiche alternative (dall’idrogeno all’eolico), oltre che per lo smaltimento delle vecchie strutture in via di smantellamento.

(Gasdotto, foto di repertorio)

Commenti

commenti