MILANO, NUTRIE UCCISE COL GAS: IL CASO ARRIVA ALLA CAMERA

MILANO, NUTRIE UCCISE COL GAS: IL CASO ARRIVA ALLA CAMERA

124
CONDIVIDI
nutria.jpg

Sarebbero state uccise col gas su decisione del Comune di Milano: il caso delle nutrie del capoluogo lombardo – accusate di sporcare, scavare cunicoli e mangiare fiori sulle tombe del cimitero di Lambrate – è approdato alla Camera grazie, come riporta Dire, a un’interrogazione della deputata del M5S Arianna Spessotto (membro dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali, presieduto da Miche Vittoria Brambilla) che ha chiesto chiarimenti in un’interrogazione al ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani. Stando a quanto riferiscono le associazioni animaliste cittadine, sarebbe partita anche “la loro soppressione con il gas”. Le catture dovevano concludersi inizialmente entro dicembre del 2020, ma sono state poi prorogate fino alla fine di marzo 2021.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti