ORSI IN TRENTINO, OIPA: NUOVO SIT-IN IN PIAZZA DANTE

ORSI IN TRENTINO, OIPA: NUOVO SIT-IN IN PIAZZA DANTE

73
CONDIVIDI

Ennesimo sit-in degli animalisti, come ogni venerdì, in piazza Dante, per chiedere la liberazione di M49 e degli altri orsi che si trovano al Casteller. Gli attivisti, questa volta, denunciano che il Rapporto Grandi Carnivori redatto annualmente dai tecnici della Provincia, “per quest’anno – dicono – verrà tenuto secretato. Un documento che serviva per dare una lettura analitica sulle presenze di orsi e lupi, ma non solo; vi si trovavano dati oggettivi sulla gestione di questi animali, dei danni causati e rifusi con soldi pubblici. E la provincia pare non lo voglia rendere pubblico; cosa c’è da nascondere, ci chiediamo?”, aggiungono gli animalisti dell’Oipa. “Sospettiamo che non si voglia renderlo pubblico proprio perché i numeri smentirebbero le presenze abnormi di orsi e lupi che la provincia continua a declamare, sospettiamo fortemente che i numeri smentirebbero i presunti gravi danni subiti che tali animali determinerebbero. Altrimenti – proseguono – non capiamo i motivi per i quali si dovrebbe tenere occultato un documento scientifico e statistico che aiuta tutti a capire il grande fenomeno della biodiversità presente nel nostro Trentino”. Gli animalisti sostengono inoltre che in Parlamento ci sarebbe depositata una proposta di legge, sostenuta anche dalla Lega, che toglierebbe la gestione della fauna selvatica al Trentino per farla tornare in capo allo Stato: “E da qui, ricordiamo, potrebbe anche partire il depotenziamento vero e proprio della nostra autonomia come sistema, perché si comincia dalle cose che la gente reputa “di minore impatto”, per poi arrivare a togliere autonomia su voci anche più determinanti. Questa strada è pericolosa, poiché è avvalorata dallo stesso partito del presidente Fugatti, che chiaramente prende atto a livello nazionale dell’incapacità di questo personaggio nel gestire con equilibrio e saggezza la biodiversità nella nostra terra”, concludono.

(Testo Oipa, foto di repertorio)

Commenti

commenti