DONAZIONI, OIPA: CRESCIUTE LE DONAZIONI IN UN ANNO DI LOCKDOWN

DONAZIONI, OIPA: CRESCIUTE LE DONAZIONI IN UN ANNO DI LOCKDOWN

80
CONDIVIDI

“Nonostante la pandemia e il lockdown, quest’anno sono cresciute le adozioni, gli interventi di soccorso e cura di animali feriti e le donazioni di cibo ai canili e ai gattili”. E’ il bilancio dell’Osservatorio sulle adozioni e il randagismo dell’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa). Nel dettaglio, nel 2020 l’Oipa ha dato in adozione 3.586 animali (3.105 nel 2019) ne ha soccorsi e curati 3.672, 1.503 cani, 1.773 gatti e 396 di altre specie, (3.272 nel 2019) e ha raccolto 31.290 chili di cibo, secco e umido (24.098 nel 2019).

“Si tratta di un dato molto positivo, reso possibile tanto dall’aumento del numero dei nostri volontari, quanto da una maggiore sensibilità dimostrata dalle persone nei confronti degli animali senza casa – racconta il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto – Nonostante il lockdown che ha significato un minor numero di banchetti informativi, manifestazioni e giornate formative, le nostre azioni a favore di cani e gatti in difficoltà sono cresciute”. Cresciuto anche il numero degli interventi di recupero e liberazione della fauna selvatica: 410 gli animali selvatici soccorsi e curati mentre sono stati 232 nel 2019. Tra questi, ricci, rondoni, gabbiani. Allo stesso tempo, l’Oipa ha sterilizzato sul territorio nazionale 1.898 animali randagi (1.410 nel 2019) e seguito 721 colonie feline (459 nel 2019).

Commenti

commenti