MALATTIE, OMS: FERMARE LA VENDITA DI ANIMALI SELVATICI VIVI NEI MERCATI

MALATTIE, OMS: FERMARE LA VENDITA DI ANIMALI SELVATICI VIVI NEI MERCATI

89
CONDIVIDI

Fermare per sempre la vendita di animali selvatici vivi nei mercati alimentari. Come riportano Agi/Afp lo ha chiesto l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). “Gli animali, in particolare quelli selvatici, sono la causa di più del 70% di tutte le nuove malattie infettive trasmesse agli esseri umani, molte delle quali determinate da nuovi virus” come il Covid. “I mammiferi selvatici, in particolare, rappresentano un rischio reale per la comparsa di nuove malattie”, si legge in un comunicato dell’Agenzia.

Queste raccomandazioni dell’OMS, dell’OIE e dell’UNEP sono in linea con alcune delle richieste di una petizione globale indirizzata alle Nazioni Unite lanciata nel 2020 dall’organizzazione internazionale per la protezione degli animali Animal Equality. La petizione, che ha ottenuto oltre mezzo milione di firme, è stata creata dopo che l’organizzazione ha rilasciato due indagini esclusive sui pericoli dei wet market, con filmati che mostrano le condizioni crudeli e antigeniche nei mercati in India, Vietnam e Cina, tra cui anche il famoso mercato di Wuhan. “Sebbene queste misure iniziali siano un passo importante nella giusta direzione per la salute di tutti, nonché per porre fine al commercio illegale di animali selvatici, non sono all’altezza della situazione e dei rischi in quanto non includono un invito simile a porre fine al commercio di tutti gli animali vivi ingabbiati e uccisi in questi mercati”, sottolinea sempre Animal Equality.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti