LAZIO, ENPA: REGIONE VIETA AI CRAS LA CURA DEGLI ANIMALI SELVATICI

LAZIO, ENPA: REGIONE VIETA AI CRAS LA CURA DEGLI ANIMALI SELVATICI

149
CONDIVIDI

L’Ente nazionale per la protezione animali lancia l’allarme: nonostante la legge nazionale 157 del 1992 deleghi alle regioni la responsabilità del recupero e cura degli animali selvatici feriti, il Lazio ha emanato una recente determina con cui vieta ai centri recupero (Cras) fauna selvatica di ricoverare volpi, tassi, istrici, ungulati e altre specie, sia adulti che cuccioli. La conseguenza è che tecnicamente questi animali non potranno essere recuperati e saranno quindi condannati a morire. “Dalla Regione Lazio – afferma ora l’Enpa in una nota – ora vogliamo soluzioni immediate, sono anni che solleviamo il problema senza mai ricevere risposta. Da subito, anziché impartire ordini dalle poltrone, chiediamo che paghi il dovuto per sanare la situazione del recupero fauna sul territorio e dei Cras poiché, ricordiamo, questo è un suo preciso compito”.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti