AMBIENTE E ANIMALI IN COSTITUZIONE, ON. BRAMBILLA: “PASSAGGIO STORICO”

AMBIENTE E ANIMALI IN COSTITUZIONE, ON. BRAMBILLA: “PASSAGGIO STORICO”

313
CONDIVIDI

“E’ un passaggio storico, una grande vittoria per tutti coloro che vogliono difendere l’ambiente e veder rispettati gli animali. Ora diventa possibile un cambiamento di straordinaria portata, giuridica, sociale e culturale. Mi impegnerò in ogni modo perché questa riforma arrivi in porto ”. Così l’on. Michela Vittoria Brambilla, Forza Italia, presidente dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali, commenta il primo sì – quello del Senato, a larghissima maggioranza – al disegno di legge che introduce in Costituzione, tra i principi fondamentali del patto repubblicano, la tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi, “anche nell’interesse delle future generazioni”, e quella degli animali, con forme e modi che saranno stabiliti dalla legge dello Stato.
“Inserendo in Costituzione la tutela degli animali, sul modello delle più avanzate costituzioni europee – ricorda l’ex ministro – il Parlamento raggiungerà un grande obiettivo di civiltà, in armonia con la sensibilità largamente prevalente tra i cittadini. Sono tre legislature che mi batto per ottenere questo risultato e quindi guardo con soddisfazione e una certa emozione ad un voto così importante. Ringrazio le colleghe senatrici che fanno parte dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali, che ho l’onore di presiedere: il loro impegno è stato decisivo e di grande significato quello di tutti i componenti dell’Intergruppo che si sono mobilitati per sensibilizzare le forze politiche di appartenenza. Ora tocca alla Camera, dove ci sono i presupposti per una rapida approvazione. Non ci faremo sfuggire l’opportunità di raggiungere un traguardo inseguito da decenni”.

Commenti

commenti