ABIVET: ASSICURAZIONE SANITARIA ANCHE PER I CANI OSPITI DEI CANILI

ABIVET: ASSICURAZIONE SANITARIA ANCHE PER I CANI OSPITI DEI CANILI

57
CONDIVIDI

Incentivare le adozioni dei ceti meno abbienti con un risparmio per l’amministrazione comunale. Questo l’obiettivo della proposta di dal dott. veterinario Maurizio Albano, titolare di Abivet, che si occupa della gestione sanitaria dei canili di Muratella e Ponte Marconi, di dare un’assicurazione sanitaria per tutti i cani ospiti dei canili comunali di Roma. E’ quanto si legge in un comunicato. “Sempre più spesso – spiega Albano- ci troviamo di fronte a situazioni di difficoltà economica in cui le famiglie o i singoli cittadini, in particolare le persone anziane, non riescono a sostenere le spese veterinarie, soprattutto quando esulano dalle semplici visite o vaccinazioni. Un intervento chirurgico urgente, o anche un ricovero per una patologia acuta, facilmente raggiungono migliaia di euro. Per questo, con il supporto dell’ANMVI-Associazione Medici Veterinari Italiani – abbiamo più volte segnalato, senza un riscontro positivo, la necessità di togliere l’iva alle prestazioni veterinarie, per abbassare i costi per i cittadini. In attesa che questa proposta venga approvata, sarebbe utile utilizzare le assicurazioni sanitarie pure per i nostri amici pelosi. Con un costo di circa dieci euro al mese, il Comune di Roma potrebbe avere un notevole risparmio da investire nella gestione quotidiana del benessere degli animali. Il mantenimento di un cane in canile ha un costo di 5 euro al giorno che, moltiplicato per 360, arriva a 1800 euro, rispetto ad una spesa assicurativa di circa 100 euro all’anno. Un investimento che consentirebbe un abbassamento della spese veterinarie impreviste per il Comune e favorirebbe la scelta condivisa con le associazioni di volontariato per i migliori professionisti per le cure veterinarie in casi specialistici. “Anche la presidente dell’Asta Associazione per la Salute e Tutela degli animali Susanna Celsi ha fatta sua l’idea di assicurare gli animali adottati: “ho già fatto richiesta a molte compagnie- spiega- per avere un prodotto valido a tariffe contenute per i nostri 3700 soci. Ci faremo intanto carico di coprire i costi per i cani che trovano famiglia, incentivando così le adozioni e venendo incontro a chi si pone il problema economico del costo aggiuntivo di un animale sul bilancio familiare”. L’ANMVI si è invece detta pronta a sostenere un’iniziativa di carattere nazionale che arrivi anche a un disegno di legge con una norma che consenta la detraibilità delle polizze sanitarie degli animali come per le persone.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti