TRANSIZIONE ECOLOGICA, CINGOLANI: NON LASCI INDIETRO NESSUNO

TRANSIZIONE ECOLOGICA, CINGOLANI: NON LASCI INDIETRO NESSUNO

110
CONDIVIDI

“Mi rendo conto che le scelte che dobbiamo fare, seguendo i parametri internazionali, sono molto complicate: ma ricordo a tutti che la transizione dev’essere giusta e che nessuno va lasciato indietro, com’è stato espressamente detto dalla Commissione europea e dall’Onu. Conciliare la sostenibilità con l’imperativo categorico dell’ambiente è la nostra missione: e sappiamo che sarà difficile”. A dirlo – riporta Ansa – è il ministro dell’ ambiente, Roberto Cingolani, in un’intervista al Mattino uscita anche sul Messaggero. “E’ bene che tutti sappiamo che trasformazioni così grandi mettono in discussione un intero sistema sociale: ecco perché, lo ribadisco, per me è fondamentale che ci sia la protezione delle categorie più deboli, che non vengano danneggiate cioè decine di migliaia di persone che possono perdere il lavoro perché certe transizioni nell’industria si fanno in fretta – aggiunge -. Ci sono 9 anni fino al 2030 per evitare che ciò accada e non posso pensare che ci sia qualcuno che non lo condivida”. E in merito al G20 sull’ambiente in programma giovedì a Napoli sottolinea: “Le difficoltà sono inevitabili, perfino normali, perché più ampia è la platea dei partecipanti più si deve lavorare per trovare un accordo. Lo si sta facendo anche in queste ore, sono convinto che alla fine si troverà una buona sintesi”.

Commenti

commenti